Il castello di Nogarole di cui si ha la prima citazione storica nel 1232, ha origine probabilmente nei primi anni del XIII secolo, per opera della famiglia dei Nogarola.
Alla fine del ‘300 la Rocca rimase per trent’anni di proprietà della Signoria Scaligera poi passò in mano private, fino alla dominazione veneziana dei primi anni del ‘400.
Alla metà del XVI secolo passò alla proprietà dei conti Bevilacqua Lazise e fu acquistata dalla famiglia Barbieri alla fine dell’800.

Il complesso “Corte della Rocca Bassa”, di carattere prevalentemente rurale, comprende una serie di edifici risalenti al XVI e XVIII secolo, sorti in adiacenza della Rocca e conosciuti come la bastia del castello. Vicino al castello di Nogarole esistevano, infatti, due bastie: la bastia nuova si riferisce al luogo adibito a zona agricola situato a nord ovest del castello, nell’attuale posizione del complesso, protetto da un fossato.

Vicino al ponte d’ingresso al complesso, tuttora esistente e completamente ristrutturato, sono visibili le fondamenta della torre merlata di “Grezana”, strada che costituiva il passaggio obbligato tra il veronese e il territorio mantovano.
Nella metà del Cinquecento fu ceduto alla Serenissima Repubblica di Venezia.
Alcuni edifici anticamente ubicati nella bastita sono tutt’oggi riconoscibili e, nonostante siano stati in parte modificati, rappresentano un prezioso esempio di architettura medievale.
 
 
 
 
Corte della Rocca s.r.l. - P. Iva 03853240236 - web design: www.stylema.com